Quando si parla di campi da paddle, bisogna mettere in conto gli aspetti da considerare riguardo al controllo e alla manutenzione da eseguire su ciascun componente. In questo modo potendo offrire un miglior prodotto sul mercato sarà molto più facile ottenere più clienti tramite il passaparola.

Ecco quindi i maggiori punti da tenere in mente per la manutenzione ordinaria e straordinaria di un campo da padel.

Joshua Leone

 

TAPPETO IN ERBA SINTETICA

È il biglietto da visita di un circolo. La buona manutenzione è indispensabile per far sì che un padelista torni a giocare. Il primo elemento da considerare è la sabbia che, se distribuita uniformemente, consente regolarità nei rimbalzi della pallina.

In una nuova struttura con filo d’erba alto 12 mm si dovrebbero spargere 120 sacchetti da 25 kg ciascuno; che vadano a riempire 2/3 del tappeto. Italian Padel ha deciso dopo numerose prove, di utilizzare solo sabbia silicea che è considerata dai professionisti del padel il miglior elemento in circolazione.

Perché un campo nuovo da padel entri a regime dovranno passare però almeno 50 ore di gioco. I giocatori, infatti, correndo e muovendosi all’interno della gabbia smuoveranno la sabbia facendo sì che essa scenda al di sotto del pelo d’erba, infatti la sinteticità e lo spessore dell’erba di un campo nuovo, all’inizio, rappresentano un ostacolo al suo penetramento. Il tappeto ha una durata di circa 5000 ore di gioco.

 

Tipi di tappeti

 

 

Gli elementi del tappeto

La sua cura regolare è fondamentale sia per ragioni estetiche, che di sicurezza, di qualità del gioco o di durevolezza. E’ dimostrato che una manutenzione carente o inadeguata provoca un deterioramento del pavimento più rapido.

L’erba sintetica presenta tre elementi chiave nella sua struttura: il backing, la fibra e il riempimento. Questi devono essere protetti nel miglior modo possibile dagli agenti atmosferici, dai giocatori, dalla sporcizia e dalle contaminazioni.

Ciascuno di questi elementi presenta una problematica differente:

 

  • Backing: la rottura di questa parte del manto sintetico si verifica principalmente per sforzi da taglio, per la presenza di elementi vegetali (come le radici degli alberi) che lo possano strappare, per movimenti di dilatazione/contrazione del materiale nelle giunzioni. Per evitare questo tipo di rottura si devono fare revisioni continue delle giunzioni al fine di riparare il difetto quanto prima. Risolvere immediatamente il problema per evitare che un piccolo strappo possta ingrandirsi.
  • Fibra: per far sì che la fibra soffra il minor danno possibile si raccomanda di porre agli ingressi del campo avvisi riguardanti le scarpe da utilizzare per il padel. In nessun caso si può permettere l’ingresso al campo con scarpe con tacco in ferro, alluminio o scarpe non sportive.
  • Riempimento: l’uso del campo può provocare una cattiva distribuzione del riempimento, impedendo un corretto sviluppo del gioco. Inoltre si deve tener conto che eventuali difetti nel drenaggio possono portare al deterioramento della pavimentazione del campo.

 

Parti del tappeto

 

 

La manutenzione del Tappeto

Le operazioni di manutenzione che si vanno ad effettuare sul tappeto di un campo da padel sono le seguenti:

 

  • Pulizia: eliminazione di foglie, semi, erbacce e altri tipi di residui che decomponendosi possano facilitare la formazione di funghi sulla superficie. Essa si dovrà effettuare con una scopa o con un rastrello morbido con denti in gomma/plastica. Si può utilizzare anche un soffiatore, stando attenti però a non disperdere la sabbia e a rendere alcuni punti del terreno di gioco privi di essa.
  • Ridistribuzione della sabbia: si realizzerà mediante una scopa con setole di durezza media. L’obiettivo di questa operazione è distribuire in maniera uniforme la sabbia, evitando che in qualche zona la fibra rimanga totalmente coperta o che in altri rimanga troppo libera.  Con il passare delle ore di gioco, infatti, la sabbia si va accumulando lungo le pareti perimetrali e vicino alla rete.  La redistribuzione della sabbia sul tappeto in erba sintetica può avvenire in due modi: o ricorrendo a un classico ed economico spazzolone oppure acquistando macchinari appositi dotati di spazzole rotanti, che sul mercato troviamo a prezzi sui 600-700 euro.
  • Eliminazione di funghi e muschio: in zone poco usate e ombreggiate del campo (la zona perimetrale principalmente) è possibile che appaiano funghi e muschio. Si può prevenire o debellare tali eventi mediante l’uso di fungicida che non contenga base di olio (state attenti all’uso e chiedete sempre consiglio ai venditori).
  • Aggiunta di sabbia: in base all’uso del campo da parte dei giocatori, al vento e ad altri fattori, potrebbe verificarsi una leggera riduzione del manto sabbioso. Per rimediare basterà aggiungere sabbia silicea lavata e depolverata avente granulometria pari a 0,3/0,5 mm.

 

PERIODICITÀ DELLE OPERAZIONI DI MANUTENZIONE

La seguente tabella mostra la periodicità delle operazioni di manutenzione menzionate:

 

OPERAZIONI DI MANUTENZIONE PERIODICITÀ
Pulizia Settimanale
Ridistribuzione della sabbia Giornaliera
Eliminazione di funghi e muschio Semestrale
Aggiunta della sabbia Settimanale

 

 

MANUTENZIONE DELLA STRUTTURA

I PANNELLI IN VETRO

I pannelli in vetro sono componenti fondamentali per il padel, non solo perché sono essenziali per il rimbalzo della pallina, ma anche perché permettono agli spettatori di godersi al meglio il gioco. Per questi motivi per garantire massima resistenza e longevità, vanno scelti solo prodotti di qualità. Italian Padel propone 18 pannelli in vetro temperato il cui spessore è di 12 mm o stratificati 6 mm + 6mm che sono formati da due lastre di vetro e da uno strato di PVB intermedio, che rimangono un unico pezzo anche a seguito della rottura del vetro; essi rispettano a pieno le normative vigenti e sono certificati UNI EN 12150-1.

La manutenzione dei vetri consiste in un controllo periodico per constatare eventuali incrinature, prestando particolare attenzione alle zone di ancoraggio degli stessi e una pulizia giornaliera dei vetri per eliminare polvere e sporcizia.

 

vetri

 

 

RETI E PALI

Si dovrà controllare che le reti e i pali siano state tese e regolate secondo le istruzioni controllando i punti critici (fissaggi, recinzione, pali e reti) e che durante l’utilizzo si seguano alcune raccomandazioni di sicurezza per l’uso. Il materiale dovrà essere sostituito quando si osserverà una rottura o un inizio di rottura o deformazione dello stesso che impedisca una corretta pratica sportiva.

 

Rete e pali

 

 

VITI E DADI

Si dovrà controllare periodicamente che le viti e i dadi della struttura e dell’ancoraggio siano correttamente serrati, in caso contrario bisognerà provvedere a stringerli.

 

Viti e dadi

 

 

ILLUMINAZIONE

Le operazioni di manutenzione che si raccomanda di effettuare riguardo a questo elemento nella struttura da padel sono le seguenti: Pulizia periodica (ogni due mesi) dei riflettori e vetri dei fari. Controllo dei circuiti elettrici per evitare punti di surriscaldamento dovuti a connessioni allentate o deteriorate.

Controllo giornaliero degli otto fari che puntano sul campo, in caso di non funzionamento di uno di essi provvedere alla sua sostituzione.

 

illuminazione

 

Quanto dura un campo da Padel?

Mettere a disposizione dei giocatori un campo da padel in ottime condizioni è una delle accortezze che un club dovrebbe tenere sempre a mente per far crescere il movimento nella sua struttura. Spesso però si tende a investire in campi dalla dubbia qualità solo per risparmiare durante l’investimento iniziale. Tuttavia passati i primi mesi ci si renderà conto che si avranno degli immediati costi non solo per mantenere il campo, ma anche per rivalorizzarlo.

Italian Padel ha sempre cercato di proporre ai propri clienti un campo solido e affidabile, che possa avere un ciclo di vita di almeno 20 anni (Clicca qui per sapere come si costruisce un campo da padel di qualità). Per questo ha sottoposto i propri prodotti ad accurati test e analisi da parte di istruttori e giocatori, offrendo prodotti che hanno superato test della durata di 1000 ore in nebbia salina, profili anti-abrasione, saldature anti-corrosione e zincatura totale.

 

 

Normative del Padel

Italian Padel è la prima e unica azienda al mondo a proporre campi marcati CE secondo EN 1090-1 obbligatoria e richiamata dalle NTC 2018 e D.LGS 106/2017 in ottemperanza al regolamento UE n° 305/2011.

La marcatura CE permette una durabilità garantita e obbligatoria di almeno 10 anni sulle parti strutturali e assicura che il prodotto su cui è apposto sia stato costruito nel rispetto di tutte le norme vigenti nell’ambito in cui esso sarà utilizzato.

RICORATEVI che acquistare e fare uso di prodotti che non ottemperano alle disposizioni delle normative vigenti o a quelle della marcatura CE, è un reato e può essere punito con l’arresto sino a tre mesi e con l’ammenda da 5.000 euro a 25.000 euro, dato che un campo da padel rientra nel comma dedicato ai prodotti e materiali destinati ad uso strutturale.

 

 

Italian Padel: Professionisti al tuo servizio.

Noi di Italian Padel siamo un gruppo di professionisti specializzati nella produzione di strutture per campi da padel. Ci occupiamo della progettazione, costruzione e installazione chiavi in mano di campi da padel certificati, progettati e realizzati interamente in Italia.

Tra i nostri lavori più importanti ci sono i campi degli internazionali di Tennis Paddle 2016 nel Foro Italico di Roma per Officine del Padel.

Abbiamo costruito solo in Italia più di 250 campi e trai i nostri clienti annoveriamo sia privati, che centri sportivi.

Se vuoi, puoi dare un’occhiata al nostro portfolio I nostri campi e, se ti va, contattaci via mail (info@italianpadel.it) o telefono (+39 0309686073).

Ti è piaciuto l’articolo? Faccelo sapere!