Domande frequenti: 27 (importanti) cose da sapere prima di installare un campo da padel

1. Quali sono i primi passi dal punto di vista burocratico per costruire o installare un campo da Padel?

Una volta scelta la location che (che sia un capannone o un terreno) è d’obbligo interfacciarsi con l’ufficio tecnico del comune e richiedere le autorizzazioni necessarie per poterne valutare la fattibilità. È importante inoltre incaricare un tecnico specializzato che si occuperà poi della fattibilità dell’intervento e valuterà poi il progetto.

2. Che tipo di autorizzazioni devono essere richieste al Comune per la costruzione di un campo da Padel?

Partiamo dicendo che il campo da Padel è una struttura metallica fuori terra ed è quindi una costruzione a tutti gli effetti. Essendo una costruzione il campo da padel rientra nel campo d’applicazione delle NTC 2018 per poter installare un campo da Padel è quindi necessario realizzare il progetto della fondazione e quindi il dimensionamento del cemento armato e la verifica degli elementi strutturali in acciaio. Se non si segue questo iter ben preciso l’installazione del campo da padel rappresenta un abuso edilizio con tutti i rischi e le responsabilità che ne conseguono sia per il produttore sia per il gestore del centro sportivo.

3. Per la realizzazione della platea massetto e struttura in ferro di un campo da padel possono essere richieste autorizzazioni aggiuntive?

Dopo aver individuato l’area destinata all’installazione del campo da padel è opportuno realizzare uno studio di fattibilità per verificare se su quell’area insistono o meno dei vincoli paesaggistici, ambientali, idrogeologici o urbanistici. Questo può essere verificato sulla base di una relazione geologica relativa all’area interessata.

4. Chi deve presentare il progetto del campo al comune?

Il progetto deve essere presentato da un tecnico abilitato (che sia un geometra, un architetto, un ingegnere) incaricato dal cliente stesso. Sottolineiamo il fatto che molto importante che venga incaricato un tecnico abilitato che si occuperà poi di tutto il progetto dall’inizio alla fine.

5. Quali settori coinvolge l’installazione di un campo da padel?

L’installazione di un campo da padel è un intervento che coinvolge tre macrosettori. Il primo è l’edilizia, in quanto per poter installare un campo da padel outdoor è necessario realizzare una fondazione e il relativo progetto. Il secondo è il catasto, in quanto il comune può richiedere o meno l’accatastamento di ciò che stiamo andando costruire. Il terzo è il settore delle strutture in quanto, essendo una struttura metallica fuori terra, il campo da padel è progettato seguendo le normative vigenti e deve rispettare determinati criteri.

6. Italian Padel rilascia la marcatura CE?

Italian Padel rilascia la marcatura CE relativa alla struttura metallica principale del campo da padel solo dopo aver visionato l’avvenuto deposito al genio civile delle pratiche strutturali ed aver individuato i professionisti che hanno partecipato al deposito delle stesse. Questa marcatura per noi di Italian Padel è molto importante in quanto obbligatoria per legge. È richiamata infatti dalle NTC 2018 e valida non solo sul territorio italiano ma anche in quello europeo.

7. Qual è la differenza tra un campo a norma e non a norma?

La differenza tra un campo a norma e non a norma è delineata dall’uso dei materiali certificati o meno dei profili, i calcoli ingegneristici strutturali, i carichi al piede e tutto quello che ne consegue che dovrebbe rispettare le NTC. Tanto che un campo da padel oggi secondo le normative tecniche delle costruzioni dovrebbero esistere a spinte dei venti oltre i 100 Km orari. Ad esempio nei pali ad angolo, come potete vedere, noi abbiamo 16 ancoraggi da 16 mm x 150 e siamo 1:1 con la richiesta delle normative. Tutto quello che troverete nel mercato al di sotto di queste cose in realtà vi deve porre dei dubbi che dovrete verificare, chiaramente, con un ingegnere strutturale. Per poter approfondire questi argomenti basta guardare i due link che sono nel nostro sito che sono “Come costruire campi a norma” redatti chiaramente da professionisti nei vari settori.

8. Quanto costa un campo da padel?

Il costo di un campo da padel deve partire almeno dai 18mila euro perché già i costi industriali sono molto più alti di quelli che vengono espressi su alcuni quotidiani italiani di 15 mila. A 15 mila non si sta acquistando di certo un prodotto certificato, perché già solo la componentistica di profili certificati, zincatura a caldo, tutte le vetrate e verniciatura a polvere porta i costi ad elevarsi. Chiaramente bisogna diffidare, perché essendo una struttura fuori terra deve resistere almeno vent’anni e le problematiche per l’acquirente ed il gestore non finiscono una volta installato il campo ma proseguono per tutta la vita dello stesso. Tant’è che ci troviamo già in alcune regioni ad aver sostituito campi installati 5 o 6 anni fa che sono stati poi letteralmente rottamati. Consigliamo a tutti di verificare bene, magari coinvolgendo un professionista (un ingegnere strutturale) cosa si va acquistare perché chi meno spende più spende.

9. In quanto tempo vengono ammortizzati i costi?

I costi di un campo da padel vengono ammortizzati chiaramente in dipendenza al fatto di dove ci si trova, come è composta la struttura, se vi sono uno più campi, se sono all’aperto (se sono indoor o outdoor), quanta è l’affluenza del circolo stesso, quanto è il bacino di utenza della location dove sono installati… Queste sono un po’ le variabili. Questi chiarimenti riusciamo a darli specificatamente in sede tramite dei business plan che abbiamo su tutto il territorio nazionale.

10. C’è la possibilità di noleggiare un campo da padel?

Sì, Italian Padel offre anche la possibilità di un noleggio operativo con riscatto che poi sarà adeguato a 24 o a 36 mesi in base alle esigenze del cliente e ai numeri di campi che lo stesso vuole acquisire.

11. Quali garanzie offre Italian Padel?

Oltre alla marcatura CE sulle strutture, abbiamo dieci anni minimo di durabilità e le garanzie di legge su tutte le componenti del campo. Essendo una struttura metallica per noi di Italian Padel è fondamentale questo aspetto.

12. A quali test è stata sottoposta la struttura Italian Padel?

Le nostre strutture sono testate 1000 ore in nebbia salina ottenendo un rapporto molto positivo. La verniciatura ha resistito correttamente alla prova di corrosione. La lega salina simula un’esposizione prolungata agli agenti atmosferici.

13. Che tipo di materiali vengono utilizzati per la struttura di un campo da padel?

La proposta di Italian Padel è quella di offrire un prodotto conforme alle normative, ma soprattutto sicuro. Di conseguenza per la realizzazione dei campi Italian Padel vengono impiegati materiali di qualità e certificati, in quanto (come anche richiamato dalle normative) non è possibile utilizzare un acciaio scadente per realizzare una struttura portante.

14. Quali sono le dimensioni di un campo da padel?

Le misure di un campo standard sono 20 metri per 10. Con ingombro diventano 21,30 per 11,30. Abbiamo anche un campo singolo: le misure sono 20 metri per 6 – con l’ingombro diventano 21,30 per 7,30.

15. Su quali terreni si può costruire un campo da padel?

Si possono installare su un terreno oppure all’interno di un capannone. Il più idoneo è comunque il terreno ad uso commerciale o sportivo sul quale con cui verrà sempre installato la platea o il massetto. Va detto che ogni comune è a sé, pertanto va sempre verificata la fattibilità e vanno verificati i vincoli, che siano strutturali, architettonici oppure urbanistici.

16. Italian Padel si occupa anche delle coperture dei campi?

Sì, attraverso il servizio di consulenza in tutta Italia, collaborando con aziende specializzate che si occupano di tensostrutture lamellari, geodetiche o palloni pressostatici. La più richiesta è la tensostruttura perché, avendo la copertura fissa ed essendo apribile su più lati, è possibile utilizzarla 365 giorni l’anno.

17. Qual è la proposta di Italian Padel nel caso in cui lo spazio a disposizione sia ridotto per l’installazione di un campo?

Abbiamo realizzato un nuovo prodotto multisport denominato “Padeball” che, essendo sprovvisto di vetri e avendo misure ridotte, permette di essere soggetto ad una barriera burocratica meno restrittiva. Proprio per questo può essere installato laddove la spinta del vento risulta essere vincolante, ovvero all’interno dei villaggi turistici, sulle spiagge, nelle piazze, negli oratori e persino negli hotel.

18. Una volta installato il campo, in che modo Italian Padel supporta il circolo?

Italian Padel può supportare il circolo con servizi a 360 gradi, che vanno dall’organizzazione di eventi al merchandising, alla formazione dei maestri e tutta una serie, appunto, di servizi correlati che si possono sempre richiedere in sede tramite specifici incontri.

19. Italian Padel effettua sopralluoghi in loco?

Certamente: abbiamo dei referenti che si muovono su tutto il territorio nazionale e all’estero, ma è fondamentale che il cliente incarichi un tecnico di fiducia che si possa interfacciare con i nostri referenti per fare tutte le valutazioni necessarie.

20. Oltre all’installazione del campo, Italian Padel può occuparsi anche dei lavori edili?

Italian Padel, grazie alla collaborazione con imprese specializzate nel general contractor, è in grado di offrire assistenza al cliente anche per quanto riguarda la realizzazione dei lavori edili, la fornitura di locali di servizio, la realizzazione di documentazione tecnica.

21. È possibile vedere come si costruisce, concretamente, un campo da padel?

Certo! Per l’occasione è stato realizzato un video che mostra tutte le fasi di sviluppo (è qui accanto).

22. Qual è la manutenzione necessaria per un campo da padel?

Il campo da padel non richiede particolari manutenzioni se non il periodico reintaso dalla sabbia, il controllo dei serraggi e delle altre componenti della struttura.

23. Italian Padel installa i propri campi anche all’estero?

Assolutamente sì: sono state formate presso la nostra sede squadre specializzate per la corretta installazione dei campi all’estero. Inoltre in alcune nazioni abbiamo dei distributori locali che si occupano della vendita diretta e della completa installazione del campo.

24. Acciaio zincato e materiali di qualità: in che modo si differenze la proposta di Italian Padel?

La proposta di Italian Padel è quella di offrire un prodotto conforme alle normative ma soprattutto sicuro. Di conseguenza per la realizzazione dei campi Italian Padel vengono impiegati materiali di qualità e certificati in quanto, come anche richiamato dalle normative, non è possibile utilizzare un acciaio scadente per realizzare una struttura portante. L’acciaio zincato e la verniciatura hanno lo scopo di garantire una durabilità nel tempo della struttura metallica del campo da padel.

25. Italian Padel lavora con vetri da 12 mm: perché?

In seguito ai ripetuti test che abbiamo effettuato sulle lastre di vetro è emerso appunto che i 12 mm garantiscono una migliore giocabilità in fase di urto della pallina e una maggiore sicurezza in fase d urto del giocatore contro la lastra di vetro. Italian Padel inoltre offre la possibilità al cliente di poter scegliere tra una lastra unica temperata da 12 mm oppure una doppia lastra stratificata da 6 mm più 6 mm con strato di PVB antisfondamento posto tra le due. Questo garantisce una maggiore sicurezza in fase di gioco sia per gli spettatori e sia per i giocatori.

26. Conosci la legge del padel? Più campi ci sono e più ci divertiamo!

Quello che vediamo oggi in realtà anche se una grande crescita a livello italiano con 1.800 campi a novembre 2020 è solo la punta dell’iceberg di quello che può diventare questo mercato. Pensiamo solo alla Spagna dove oggi ci sono oltre 6 milioni di praticanti (che vuol dire e più del 13 per cento della popolazione) e dove ci sono circa 30mila campi, più o meno, installati vale a dire un campo ogni 1.600 abitanti. In questo momento l’Italia ha un campo da padel ogni 36 mila abitanti – vuol dire che abbiamo un rapporto di 1 a 22 prima di saturare il mercato e raggiungere i livelli della Spagna. Quindi più campi ci sono, più ci divertiamo tutti: consideriamo che questo sport è adatto ai bambini fino alla terza età, perché aiuta molto da un punto di vista psicofisico – rilascia endorfine e dopamina (le molecole della felicità) -, crea una dipendenza sana da questo sport che può essere praticato da tutti.

27. Investimento e concorrenza: è il momento giusto per investire in un campo da padel?

Non bisogna aver nessun timore in questo momento nello sviluppare nuovi centri con campi da padel perché, come detto, siamo in un rapporto talmente basso rispetto ad altri paesi che ci sono anni futuri di spazio in cui poter scrivere oggi su una lavagna bianca quello che vogliamo nel mondo del padel. È uno sport ancora talmente giovane per l’Italia che è poco conosciuto per il momento. Il mio consiglio quindi è di investire nel padel realizzando, chiaramente, strutture di qualità perché il percepito del giocatore è la cosa che tutti proviamo sulla nostra pelle quando dobbiamo scegliere di investire o spendere il denaro in servizi o prodotti. Chiaramente, al momento, dove c’è una domanda che è superiore all’offerta si può giocare in qualsiasi luogo, in qualsiasi struttura. Ma man mano che questo si amplificherà e ci saranno più strutture, il cliente stesso deciderà di giocare dove trova più comodità, più bellezza, più comfort e più socialità.